Località: Fastro, Primolano

Indirizzo: lungo le Scale di Primolano

Descrizione. Il Forte Tagliata della Scala è stata una fortezza militare costruita a difesa del confine italiano contro l'Impero Austro-Ungarico, faceva parte dello sbarramento Brenta-Cismon e venne costruito poco dopo che Primolano venne annesso al Regno d'Italia, tra il 1892 e il 1904. Era armato con 8 cannoni da 120 mm, 2 cannoni da 75 mm e 2 mitragliatrici. Il suo scopo era proteggere sia la Valsugana che lo sbocco dalla valle di Primiero. 

L'opera venne sgomberata dalle truppe italiane durante l'offensiva austriaca dell'autunno 1917.

Il forte è costruito in blocchi di pietra su due piani ed uno parzialmente interrato. In quest’ultimo ci sono otto locali, con il soffitto a volta, collegati da un corridoio. Hanno tutti una feritoia verticale verso valle e porte e finestre verso il fossato esterno. Si può anche salire al corpo di guardia dotato di feritoie che permettevano di battere tutte le direzioni. Al corpo di guardia sbocca la galleria (caponiera) che scende dal sovrastante Forte Tagliata Fontanelle. Dalla galleria, dotata di feritoie, era possibile controllare la strada per Primolano e si potevano colpire di fianco anche il pendio opposto e la valle del Brenta. L'interno del complesso fortificato è stato gravemente danneggiato dai colpi dell'artiglieria e dalle esplosioni, e i lavori di restauro parziale dell'opera dovrebbero concludersi alla fine del 2014.

L'Associazione Tagliata della Scala di Primolano organizza delle iniziative volte a mantenere e valorizzare l'importanza storica della fortezza.

Ulteriori informazioni sul forte sono altresì disponibili visitando il sito www.forteleone.eu.

Cerca nel Sito